La Nostra Storia

TUTTO COMINCIO'...

L’idea della costituzione del comitato Brenta-Saccisica nasce nell’estate 1996, quando Beatrice Frigo assieme ad altre due signore ( Buggin Liliana e Cassiaro Natalia), sentita la crescente attività di accoglienza che inizia a svolgersi in Italia, iniziano a porgersi un interrogativo costante: perché non fare qualcosa di concreto per i bambini di Chernobyl?

Perché ospitare dei bambini anche qui sul nostro territorio?

L’attenzione di Beatrice verso la questione Chernobyl nasce dal ricordo di un episodio da lei vissuto nel 1986 quando a causa dell’incidente nucleare, come maestra in un asilo di Padova, le era stato comunicato di non poter portare i bambini fuori all’aria aperta, ma di doverli tenere in aula con le finestre chiuse.

Iniziò dunque ad informarsi su come poter realizzare il progetto rivolgendosi ai due principali enti di volontariato che al tempo operavano l’accoglienza dei bambini di Chernobyl: Lega Ambiente e Fondazione Aiutiamoli a Vivere con referente di zona sig.ra Mery di Rosà.

Beatrice ha partecipato a dicembre dello stesso anno al convegno della Fondazione Aiutiamoli a Vivere organizzato a Gubbio, dove ottenne tutte informazioni necessarie su come procedere alla costituzione di un comitato.

Comitato che prenderà vita alla fine del 1996 denominato Comitato di Sant’Angelo di Piove e presieduto dalla stessa Beatrice.

Nella primavera del 1997 arriverà in Italia il primo gruppo di bambini bielorussi in accoglienza temporanea di risanamento.

In seguito alla prima accoglienza, Beatrice organizzò una conferenza stampa dove informò la cittadinanza del progetto di accoglienza portando così all’interno del comitato nuove famiglie accoglienti e facendo entrare nel direttivo nuove persone motivate che diedero un impulso importante per il proseguo dell’attività di accoglienza aprendosi ad altre iniziative importanti legate all’opera solidaristica promossa dalla Fondazione a cui il Comitato resta affiliato.

 

Beatrice ricorda ancora con gioia le sensazioni provate al momento dell’arrivo in Italia del primo gruppo di bambini accolti: “Sono stati momenti molto emozionanti, fantastici, gli occhi dei bambini brillavano di gioia, curiosi nel voler ricordare il più possibile per trasferire la loro esperienza al ritorno in patria e portarla per sempre nel cuore”.

E dall'estate del 1997 il comitato si è ampliato e sviluppato facendosi conoscere nei territori in cui operava, ospitando ogni estate sempre più bambini grazie alla disponibilità di molte famiglie accoglienti del territorio comunale ma anche delle zone limitrofe.

Nel 2006 il comitato è stato trasformato in Associazione Onlus indipendente pur rimanendo affiliata alla Fondazione Aiutiamoli a Vivere. Dal 2019, con la riforma del terzo settore, l'Associazione cambia il suo status giuridico in odv (D.D n. 50 del 01-01.2020)

LE NOSTRE ATTIVITA'...

La nostra associazione, ha come mission principale l'accoglienza dei bambini bielorussi provenienti dalla zona contaminata di Chernobyl, ma si impegna in altri progetti:

- Raccolta Fondi, che serve per finanziare le spese dell'accoglienza, attraverso:

    - il mercatino dell'usato di Brugine, vendendo il materiale che ci viene donato dai soci

    -  "Regalati una Primula", un'offerta libera in cambio di una primula nei mesi di febbraio e marzo.

    -  Donazioni volontarie da parte dei soci.

 

- Tir della Speranza: ogni anno alcuni dei nostri soci partecipa al Tir della Speranza organizzato dalla Fondazione Aiutiamoli a Vivere, che si occupa portare negli istituti bielorussi aiuti umanitari, ma anche di permettere momenti di incontro tra popoli. 

 

- Vacanze Lavoro: ogni anno la Fondazione Aiutiamoli a Vivere ristruttura bagni, cucine degli istituti bielorussi,

portando materiale e personale dall'Italia, hanno ristrutturato anche un ospedale 

UN PO' DI DATI...

L'associazione conta :

•  n. 302 soci (al 02.02.2021) residenti in comuni del padovano (zona saccisica) e del veneziano;

•  n. 36 (al 04.03.2020) famiglie accoglienti (n. 6 di riserva);

•  n. 31 bimbi + n. 3 interpreti invitati per l'estate (giu-lug) 2020 (annullata causa COVID-19);

•  n. 176 (al 02.02.2021) famiglie volontarie;

•  n. 105 aziende/privati stakeholder (interessati alla nostra attività).

 

Siamo iscritti all'albo di:

Il direttivo è composto:

  • Albanese Alessandro - Camponogara (VE) (consigliere)

  • Baccarelli Fabio - Legnaro (PD) (consigliere)

  • Baldan Francesca - Dolo (VE) (consigliere)

  • Checchin Flavio - Campagna Lupia (VE)  (Vice presidente)

  • Dovico Paola - Sant'Angelo Piove di Sacco  (PD) (segreteria)

  • Favero Ornella - Dolo (VE) (consigliere)

  • Manfrin Osvaldo - Casalserugo (PD) (consigliere)

  • Meneghello Graziella - Fossò (VE) (Presidente) 

  • Nacarri Eddi - Chioggia (VE) (consigliere)

  • Ponchio Claudia - Codevigo (PD) (consigliere)

  • Spinello Fortunato Federico - Piove di Sacco (PD) (consigliere)