Progetto Accoglienza

img_0770 fileminimizer
img_0770 fileminimizer

press to zoom
parco 5
parco 5

press to zoom
2018 - 22
2018 - 22

press to zoom
img_0770 fileminimizer
img_0770 fileminimizer

press to zoom
1/4

La Bielorussia è risultato essere il Paese più colpito dall'incidente nucleare di Chernobyl.

Nonostante siano passati molti anni diverse zone del Paese sono tutt'ora fortemente contaminate dagli elementi radioattivi depositatisi sul terreno in seguito al fallout. 
Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che uscire da queste zone contaminate per almeno 30 giorni, mangiando cibi non contaminati e vivendo in un ambiente con livello basso di radiazioni
 permette a questi bambini di perdere parte della radioattività assorbita, riducendo cosi il rischio di essere colpiti da malattie e patologie derivante dal nucleare.

Il progetto accoglienza rappresenta dunque la principale mission della nostra associazione.

Vengono accolti minori tra i 7 e i 14 anni, provenienti da famiglie disagiate e che vivono in zone ancora contaminate dalle radiazioni.

I bambini saranno ospiti per un mese delle famiglie italiane che si renderanno disponibili al progetto per poter vivere la loro "Vacanza di risanamento" in Italia.

Durante tutto il mese l'associazione è vicina alle famiglie accoglienti e organizza numerose attività con lo scopo di permettere ai bambini e alle famiglie di passare delle giornate insieme e creare un gruppo affiatato. 

La vacanza si sviluppa secondo le seguenti attività:

- centri estivi, nei comuni di Sant'Angelo, Casalserugo e Campagna Lupia.

- giornate al mare, presso i bagni Lungomare di Sottomarina

- la gita

- cena delle famiglie, a Bojon

- festa dei ragazzi, a conclusione della vacanza, al Parco Vita di Ponte San Nicolò.

 

Non servono particolari requisiti se non quello di essere persone di buona volontà e disponibili ad offrire parte del proprio tempo, amore e disponibilità.
 

Nei mesi precedenti l'arrivo dei bimbi la nostra organizzazione prevede alcuni incontri preliminari "dedicati".Le famiglie nuove così avranno modo di capire, di conoscere, di scambiarsi esperienze con le "famiglie guida", famiglie già "accoglienti" da anni.

L'interrogativo sulla lingua (frequentemente rilevato dalle nuove famiglie) non è un problema.

La comunicazione con il bimbo avviene immediatamente ... dopo alcune ore.
Comunque i nostri piccoli ospiti sono sempre accompagnati da interpreti che restano collegate alle famiglie, via cellulare, 24h su 24h.

Il contributo per i costi è minimo, se sei interessato puoi contattarci, ti aiuteremo noi con i documenti e la formazione.

I minori accolti in dati dal 2003 ad oggi:

- 2003: accolti 26 minori + 2 interpreti

- 2004: accolti 27 minori + 2 interpreti

- 2005: accolti 46 minori + 3 interpreti

- 2006: accolti 35 minori + 3 interpreti

- 2007: accolti 23 minori + 2 interpreti

- 2008: accolti 33 minori + 2 interpreti

- 2009: accolti 36 minori + 3 interpreti

- 2010: accolti 46 minori + 3 interpreti

- 2011: accolti 44 minori + 3 interpreti

- 2012: accolti 44 minori + 3 interpreti

- 2013: accolti 34 minori + 3 interpreti

- 2014: accolti 33 minori + 3 interpreti

- 2015: accolti 37 minori + 3 interpreti

- 2016: accolti 40 minori per un mese, 2 minori per due mesi + 3 interpreti

- 2017: accolti 32 minori per un mese, 2 minori per due mesi + 3 interpreti

- 2018: accolti 40 minori per un mese, 2 minori per due mesi. 1 minore per tre mesi + 3 interpreti

- 2019: accolti 32 minori per un mese, 2 minori per due mesi. 1 minore per tre mesi + 3 interpreti